Il pensiero artificiale

L’età dei Petabyte

L’età dei Petabyte

La memoria non è soltanto una questione d’immagazzinamento e di gestione efficiente, è anche una questione di attenta cura per le differenze significative tra il passato ed il presente. Quali riflessioni ne possiamo trarre? E quali proiezioni per il futuro?

Oltre la comprensione umana

Oltre la comprensione umana

Alle scritture antiche che l’uomo postmoderno non riesce ancora a decifrare, oggi si sono aggiunte, paradossalmente, nuove scritture e nuovi linguaggi che per molti sono misteriosi e indecifrabili perché costruiti per le macchine e che soltanto le macchine sanno leggere e comprendere.

Il pensiero di Searle

Il pensiero di Searle

Gli algoritmi sono infinitamente superiori all’uomo nella manipolazione simbolica. Ma come può un programma informatico esprimere un significato attraverso una semplice (e banale) manipolazione simbolica? E che differenza c’è tra le idee che ti passano per la testa e i byte che sfrecciano in un computer?

Regolare i piroli: approccio alle reti neurali

Regolare i piroli: approccio alle reti neurali

Per una persona risolvere il problema del “riconoscimento” è estremamente naturale, nonostante abbia una velocità computazionale molto inferiore di una macchina. Da questa osservazione nascono le Reti Neurali Artificiali (ANNs), ispirate alla biologia e che utilizzano metodologie di elaborazione dati analoghe a quelle del cervello umano. Come funzionano?

Brain Computer Interface

Brain Computer Interface

C’è chi pensa che il futuro della specie umana sia di fatto una progressiva integrazione tra l’uomo e le macchine. Una modifica del concetto stesso di essere umano come l’abbiamo conosciuto fino ad ora. A che punto siamo?